Dott. Stefano Anselmi

Dott. Stefano Anselmi

Mi chiamo Stefano Anselmi, credo di essere una persona sensibile alle problematiche dell'animo umano, problematiche che richiedono particolare attenzione per svolgere assieme un cammino soprattutto di crescita interiore, di valorizzazione del Sé, per ritrovare le proprie potenzialità. Questo può aiutarci a trasformare eventi negativi in positivi, e renderci consapevoli che la vita può essere vista come un luogo dove poter esprimerci senza avere paura del giudizio degli altri.

L’obiettivo è riuscire a raggiungere un equilibrio mentale in cui razionalità ed emotività (pensiero intuitivo) riescano a “ parlarsi”. Il pensiero intuitivo e il pensiero razionale si integrano costantemente. Il primo è automatico, immediato, reattivo, istantaneo nel reagire e governa normalmente le nostre scelte inducendoci spesso in errore.

E' importante educare la nostra intelligenza intuitiva: renderla "esperta", capace di riconoscere le distorsioni interpretative nelle quale automaticamente incorre ed allenarla attraverso una formazione esperienziale ad attivarsi proficuamente ed opportunamente sul posto di lavoro, nei ruoli sociali, per l'efficacia personale, Lo scopo è far in modo che la mente razionale e la mente intuitiva possano agire in maniera complementare e lasciare l'una all'altra il presidio delle funzioni del pensiero, consapevolmente e in base ai compiti da affrontare. Sviluppare un approccio intuitivo vuol dire imparare a gestire la mente intuitiva e comprenderne la natura, le peculiarità, le potenzialità. Lo rende possibile l'acquisizione di tecniche che ne favoriscano l'attivazione quando si affrontano compiti o si svolgono ruoli che traggono vantaggio da un approccio intuitivo. A tal proposito si parla del concetto di anima:


L'anima (dal latino anima, connesso col greco ànemos, «soffio», «vento»), in molte religioni, tradizioni spirituali e filosofie, è la parte vitale e spirituale di un essere vivente, comunemente ritenuta distinta dal corpo fisico.[1] Tipicamente veniva assimilata al respiro (donde la sua etimologia). Originariamente espressione dell'essenza di una personalità, intesa come sinonimo di «spirito», o «io», a partire dall'età moderna venne progressivamente identificata soltanto con la «mente» o la coscienza di un essere umano.

Dopo essermi laureato in Psicologia all’Università di Padova e Bologna ho ampliato la mia formazione professionale presso la Scuola di specializzazione in Psicoterapia ad indirizzo Psicoanalitico alla Fondazione Bonaccorsi di Milano. La mia formazione personale si è costruita lavorando in contesti sociali, in particolare con adolescenti, adolescenti con disturbi dell'alimentazione, minori e adulti psichiatrici. Ho lavorato presso l’ospedale Sant’Orsola di Bologna nel reparto dei disturbi alimentari, presso l’ospedale psichiatrico Villa Santa Giuliana a Verona nel reparto adolescenti e adulti e presso l’azienda ospedaliera di Trento.

 

Dott. Stefano Anselmi

Ricevo su appuntamento:

dal lunedì al venerdì anche in orari serali

e il sabato mattina